ristorante-rimini.it
Mercoledí 20 Settembre 2017
Abbonati ai feed RSS
e rimani aggiornato
ITALIANO RIMINESE
Per favore, mi sa dire dov’è il ristorante… = Per pi ér, um sa dì duch’l'è è risturènt…
Scusi, qui vicino c’è una buona trattoria? = Ch ‘um scusa, iqué dav èina u i è una bòna traturia?
C’è una trattoria a circa duecento metri, dopo il semaforo = u i è una traturia guasi aduzèint mètre dòp è semafur.
In quel focale si spende parecchio, però si mangia molto bene! = in che pòst us spènd una masa, ma us magna da lichès i ba!
Se vuoi mangiare bene e spendere il giusto, vada… = se è vò magnè bèin e spènd è giust, che è vaga da. . .
Qui intorno ci sono ristoranti che fanno solo pesce = iqué datòrna u i è risturènt ch’i fa sna è pèss.
Buongiorno Cameriere, che specialità avete oggi? = bòn dé camèriér, cu ch’ avì ad bòn da magnè, Òi?
Tagliatelle, ravioli, gnocchi con le patate, risotto e spaghetti con le vongole, taglio lini in brodo, passatelli… = tajadèli, raviol, macarun sal palati, riòt o spaghét sal purazi, tajulèin t è brod, pasadèin. ..
Non avete lasagne al forno? = a n avì alla agni?
No, però abbiamo anche degli strozzapreti = na, però avèm ènca di stròzaprét.
E di secondo? = E dòp?
Abbiamo un appetito! = Avém unafèma! (aptida)
ConigIlio in porchetta, pollo alla cacciatora, braciole di maiale, filetto, cotolette alla Bolognese; = Cunéj in purchèta, p6l a la cazadòra, broli ad baghin, filèt, cutulèti a la bulgné a;
se volete del pesce, abbiamo sogliole, fritto di calamaretti, seppia con piselli, cannocchie, alici e papaline in graticola, lumadhine e chiocciole di mare in umido, triglie, oppure un buon brodetto = s’a vulì de’ pèss, avém sfòj, frét ad calamarét, sipa si b arèl, canòci, sardun e saraghina sia gradèla, lumaghin e garag6l in 6mid, rusòl, o si na un bòn brudèt.
Come primo, cosa preferisce? = cume minestra, cUlj ch’è vuria?
Niente brodo, pastasciutta = gnint bròd, minestra da sot (pastasòta).
Lei vorrebbe del riso condito solo con un po’ d’olio = léa la vuria de’ rilj cundid sna s’un po’ d’òglie.
Le piacerebbe un bel piatto di castrato? = u i pialjaria un bèl piat ad castrèd?
Di contorno? = ad cuntòrne?
Pomodori, insalata, radicchio, spinaci, cavoli, finocchi al burro… = pumidòr, insalèda, radéé, spinès, chèvul,jnòé sé baro..
Non avete una bella zuppa di fagioli con le cotiche? = a n’avi una bòna sòpa adfasòl sal còdghi?
lo preferirei dei cappelletti in brodo = mè a vuria di caplét t è brod.
Noi prendiamo degli spaghetti col tonno = nun a tulém di spaghét se tòno
Una bottiglia d’acqua minerale = una bòcia d’aqua minèrèlao
Questa minestra è insipida = sta minestra l’è s-ciavida.
La bistecca la vorrei ben cotta = la bistèca a la vuria còta bèino
Per favore, mi dia un altro coltello = per pialjér, ch’um daga un ènt curtèl.
Questo coltello taglia poco = ste curtèl u n taja bèino
Mi manca la forchetta = um mènca la furzèina.
Non ci sono degli stuzzicadenti? = un gn’ è di stichin?
Per favore, un altro tovagliolo = per pialjér, ch’um daga un ènt tvajòl
Mi porti un po’ di pane, per piacere = ch’um pòrta un po’ ad pèn, per pialjér.
Che frutta avete? = culi ch’avì adfròta?
Pere, mele, fichi, albicocche, pesche, prugne, anguria, melone, arance… = péri, méli,fig, barcòcli. pèljghi, sUljèini, còmbri ( inguria ), mlòun, partugalio,..
Che vino desiderate? = che vèin ch’a vulì ?
Rosso o bianco = nér o biènc?
Abbiamo del Sangiovese, Trebbiano, Albana, Verdicchio = avém de’ Sanvés, Trebièn, Albèna, Verdichio..
Qualche dolce della casa? = qualche dòlz di nòst?
Ciambella, crostata di mele, piada dei morti, torta di amaretti… = zambèla, crustèda ad méli, pièda di mòrt, torta d’amaréto..
Mi sono sporcato i pantaloni, mi porti
per favore qualcosa da smacchiare
= am so’ spurchè i calzun, ch’uni porta per piasér qualcosa da Ijmacè.
Cameriere, ci porti il conto. = camèrièr, ch’us porta è còunt.
Quant’è? = quant ch’l'è? Quantfa l’? quant a paghém?
Il resto, mancia = è rèst, mència.
Accipicchia, che conto salato! = pataca, a sì chèr amazèd!
Non c’è male = un gn’è mèl.
Dica al cuoco che è stato un ottimo pasto = che déga me cog ch’l'è ste una bèla magnèda.
Il digestivo l’offre la casa = è digèstiv ul righèla è padròun.
Siamo in quattro, vorremmo della piada col prosciutto = a sém in quatre, a vurésme dla pièda se parsot.
Lui vorrebbe un po’ di salsiccia = lò è vuria dò murèl ad sunzéza.
Ci faccia dei cascioni con le erbe = ch’la s faza di casun s’agli èrbi.
lo lo vorrei con dello squaccherone o dello stracchino = mè al vuria se squaquaròun o se strachin.
Buono questo pecorino! = bòn ste pigurèin !
Con la piada si mangia bene anche del parmigiano = sla pièda us magna bèin ènca dla forma.
Ma a me piace con il prosciutto = mo mu mè l’ am piè se parsot.
Oggi c’è il vezzo di chiamarla piadina ma in romagna è pida o pì = òj. i la cèma “piadina”, ma t la Rumagna l’è pièda o piè.